Titolo:

Progetto di ricerca “Outline – Laboratorio di ricerca sulle culture urbane e giovanili per l’educazione informale”

Descrizione

Il progetto di ricerca indaga, secondo prospettive reali e concrete i fenomeni formativi, i modelli culturali di costruzione del sapere, rappresentazioni sociali e pratiche formative formali, non-formali, informali, che attraversano le culture e le sub-culture dei giovani.

I filoni di ricerca e i focus

Dalle tematiche focali:

  • Cittadinanza attiva;
  • Educazione alla legalità;
  • Educazione al bello;
  • Educazione al multiculturalismo e all’interculturalità;
  • Educazione alla sostenibilità ambientale;
  • Educazione alla non violenza;
  • Storia della cultura street;
  • Studio delle forme di vandalismo (writing sporco, bande, etc.).

Agli obiettivi di ricerca:

  • Trasferibilità. La capacità di trasferire l’apprendimento da un contesto a un altro è una competenza importante, che l’informale può esplicitare e facilitare.
  • Abbattimento dei confini educativi formale-informale. Le culture che si avvalgono di dispositivi mobili, sfruttano strumenti sempre più onnipresenti non solo per le interazioni sociali, ma per l’apprendimento, sfumando i confini tra formale e informale, e ciò, a sua volta, può contribuire all’evoluzione di un apprendimento ecologico che trascende le istituzioni educative.
  • Progettualità. Sempre presente nei gruppi giovanili, anche se non facilmente identificabile da parte dell’osservatore esterno, apre prospettive interessanti per l’elaborazione di percorsi esistenziali-formativi e auto-formativi.
  • Sperimentazioni. La continua sperimentazione, di usi, costumi, stili etc. è di buon auspicio per tutto il settore della ricerca educativa.

Attività di ricerca

Alcuni esempi di ricerca applicata:

  • Pratiche artistiche, musicali e performative, es.: cultura street, metal, punk rock, techno, indie, mainstream pop, country, etc.
  • Pratiche marziali, : Arti marziali orientali (reperibile in Wushu, Karate, Aikido, Judo, etc.), scherma storica, soft-air, etc.
  • Pratiche di ribellione, protesta e critica sociale, : Centri sociali e affini, Tute bianche, movimenti skinhead (RASH, SHARP, Skin88 e affini), Punkabbestia, Ultras, Black bloc, Casa Pound, Geeks (Hacker, etc.), Indiñados, New Global, etc.
  • Pratiche del look, : cultura Hipster, Emo, Gothic (Gothic lolitas, etc.), modificazione del corpo (tattooing, piercing …) etc.
  • Pratiche creativo-conservative, : collezionismo (reperti, modellismo, beni di consumo), tifoseria, fandom (ad es.: della narrazione – letteraria [romanzi], grafica [fumetto, arte, fenomeno otaku], scenica [cinema, telefilm, animazione], cosplay), etc. Nome alternativo: passione condivisa, tifoseria [fandom]
  • Pratiche olistiche volte al benessere psicofisico, : alcuni modi di intendere l’attività sportivo-competitiva (con l’aggiunta di: parkour, jogging …), religioni e filosofie orientali e non (new age, yoga, tantra, alcune arti marziali …), etc.
  • Pratiche ludiche, : ovunque. Alcuni giochi sono a fondamento o coronamento di intere subculture (esempio: giochi di ruolo), mentre altri godono di una grande diffusione nella società (es.: giochi di carte, video-giochi …), etc.

Collaborazioni

Il laboratorio di ricerca Ricerca Educativa sulle Culture Urbane e Giovanili (OutLine) è un centro di ricerca-intervento dell’Università Niccolò Cusano orientato in senso interdisciplinare (Scienze della formazione, Psicologia, Scienze Politiche e Sociologiche, ed Economia).

Il Laboratorio si configura come Gruppo di Ricerca approvato dalla Società Italiana di Ricerca Educativa e Formativa (SIREF) e si avvale delle collaborazioni esperte di alcuni membri SIREF; evidentemente si pone in una prospettiva di collaborazione con il centro IPAZIA, con il Centro Clinico e il Laboratorio di Ricerca H.E.R.A.C.L.E  dell’università Niccolò Cusano, e con il nascente laboratorio sulla formazione permanente delle professionalità operanti nella scuola (LARFP), per riconnettere l’informale ed il formale.

Disseminazione dei risultati

I risultati della ricerca educativa sono pubblicizzati attraverso attività seminariali e convegnistica programmata in funzione o di impianto iniziale di ricerche per lo studio dello stato dell’ambito dell’area di Ricerca scelta oppure del completamento sia di sezioni significative sia di Ricerche avviate. Confluiscono in prodotti della ricerca di volta in volta scelti: articolo, volumi, etc.

 

Dati sulla ricerca

  • Prima Tipologia di ricerca: Ricerca fondamentale o di base
  • Seconda Tipologia di ricerca (Metodologia):Ricerca qualitativa
  • Terza Tipologia di ricerca:Ricerca esplorativa
  • Coordinamento interno: Rita Minello
  • Settore disciplinare:
  • Area disciplinare:
  • Corso di studi: Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione (triennale - classe L-19)
  • Collaborazioni interne:
  • Collaborazioni esterne: Alessandro Alemanno - Esperto; Artista. Kantiere Misto, Associazione per la creatività urbana. http://www.elementisotterranei.net/?artist=spazio; https://kantieremisto.org; https://plus.google.com/114039368578121629907 -- Marzia Val - Esperta; Esperienza di economia partecipata: https://plus.google.com/103819352966525010949; https://www.facebook.com/piazzadelbaratto
  • Coordinamento esterno: Rita Minello
  • Enti partecipanti: Il Laboratorio si configura come Gruppo di Ricerca approvato dalla Società Italiana di Ricerca Educativa e Formativa (SIREF) e si avvale delle collaborazioni esperte di alcuni membri SIREF; evidentemente si pone in una prospettiva di collaborazione con il centro IPAZIA, con il Centro Clinico e il Laboratorio di Ricerca H.E.R.A.C.L.E dell’università Niccolò Cusano, e con il nascente laboratorio sulla formazione permanente delle professionalità operanti nella scuola (LARFP), per riconnettere l’informale ed il formale.
  • Stato della ricerca: in corso
  • Finanziamento esterno: ==
  • Data inizio ricerca: 11/2015
  • Data fine ricerca: